Limitazione Non si Applica il Periodo di Post-distribuzione Pagamenti - Newsletter - International Law Office



La Corte di cassazione ha recentemente stabilito che un creditore in caso di fallimento ha il diritto di post-distribuzione pagamenti anche in cui il termine di prescrizione è scaduto. Al momento dello scarico di fallimento nel (che ha coinvolto un negozio di alimentari), uno sconosciuto asset della massa fallimentare - un dividendo di circa Skr, - è stato già registrato al consiglio provinciale nel nome della bancarotta della societàQuando l'amministratore è stato informato dell'esistenza di questo bene e nel ha riaperto la procedura di fallimento e iniziato nel post-distribuzione del procedimento. L'amministratore, quindi, contestato alcune affermazioni relative al fatto che la prescrizione era scaduto I creditori, ha preso un'azione legale contro il fallimento, hanno avuto molto successo nel distretto di corte, ma perse la causa in Corte d'Appello. Tuttavia, la Corte Suprema d'accordo con il distretto di corte Si afferma che, se sembra che alcuni fondi sono disponibili dopo la proposta di distribuzione è stato preparato (ad esempio, se un precedentemente sconosciuto attività è scoperto), l'amministratore deve distribuire i fondi nell'ambito del post-distribuzione del procedimento. La corte ha inoltre dichiarato che lo scopo del post-distribuzione del procedimento per regolare l'originale proposta di distribuzione e che non vi è alcun limite di tempo legale per avviare tale procedura.

Pertanto, il creditore può partecipare in post-distribuzione procedimento se la sua affermazione potrebbe essere stata presentata durante il procedimento di fallimento.

Il se il termine di prescrizione per la richiesta era scaduto il tempo di post-distribuzione dei pagamenti era così irrilevante.